.
Copyright  MutateMente.com -  All Rights Reserved.
Share |
L'infinito si definisce in te stesso :
Non esiste divisione fra conscio ed inconscio, sei un'essere duale quindi dai solo più attenzione ad uno piuttosto che all’altro stato, convincendoti che siano due cose distinte. L’evoluzione ti attende al di fuori di questo campo dualistico della consapevolezza. Durante le ore diurne la tua mente tende a ragionare nel prima e dopo diventando molto attiva. Si pre-occupa elaborando pensieri o si post-occupa formulando desideri. Hai l’abitudine di impegnare la mente con una moltitudine di cose quasi tutte radicate nel tuo interesse, in questo modo ti precludi il tempo o l’opportunità di ascoltare la parte più profonda del tuo Essere. Al contrario quando dormi la mente si acquieta e lascia spazio all’inconscio che comunica con la tua coscienza in una forma di simboli, visioni e scene che chiami sogno. Questa comunicazione potrebbe avvenire sempre, anche durante il periodo di veglia, ti basterebbe essere totalmente cosciente nel qui ed ora. Sei potenzialmente capace di vivere in uno stato di coscienza, al cui confronto il normale stato di veglia è come il sogno. Se tu fossi costantemente presente, svanirebbe la necessità di sognare e durante la notte la tua Anima sarebbe libera dal corpo per viaggiare nel mondo invisibile e imparare molte cose da comunicare alla tua coscienza al suo ritorno. Fino a quando non avrai raggiunto questa totale presenza, finché continuerai a sognare, sarà fondamentale comprendere cosa comunicano i tuoi sogni perché in questo caso è il tuo lato inconscio che comunica con quello conscio con lo scopo di farti progredire. Il risveglio dell’Essere infatti, ha a che fare con questo principio di veglia e sonno. Se la tua mente è vigile non è assopita dai pensieri, sostanzialmente ti risvegli dall'identificazione con i tuoi pensieri, ne sei solo testimone, questo è Essere! Fintantoché non sarai completamente risvegliato spiritualmente, sarai in parte o totalmente identificato e guidato dalla mente pensante, da pensieri compulsivi che faticherai a fermare, esercitare la meditazione aiuta a controllare questi pensieri. Contempla i tuoi sogni, cogli il messaggio che conservano e cerca di vivere sempre più nel momento presente, l’infinito si definisce in te adesso.

Andrea G.
10/06/2016                        

“Il regno dei cieli non arriva con segni che possano essere percepiti. Non potrai dire, ah, eccolo qui o guarda, eccolo laggiù, perché io vi dico che il regno dei cieli è dentro di voi.” (Gesù)